A cura di Stefano Zampieri
responsabile di Zona Filosofica

giovedì 3 gennaio 2019

La quotidianità dei sentimenti


Se le emozioni si manifestano nel momento di un particolare accadimento, concentrate nello sviluppo di una situazione tendenzialmente breve e passeggera, i sentimenti invece richiedono quella continuità e quella ripetitività che solo il quotidiano rende possibile.
Scopri di essere triste quando le cose ti appaiono continuamente come rivolte al peggio, quando nulla riesce a tacitare quel dolore ostinato che  si è installato dentro di te.  Scopri di essere innamorato davvero quando ti svegli la mattina con l'immagine del suo volto, quando il desiderio lavora come un tarlo che non si ferma mai, di giorno e di notte, un giorno e l'altro ancora.
Solo la quotidianità rende possibile i sentimenti, sia quelli positivi che quelli negativi, perché è attraverso di essa che acquistano un senso. Senza questa continuità la nostra vita sarebbe un succedersi di emozioni irrelate, e noi stessi ci troveremmo in balia di un bombardamento di turbamenti ed eccitazioni che non sapremmo dominare. La quotidianità del sentimento è ciò che ci consente invece di farci signori della nostra interiorità, di riconoscerla, di farla diventare parte del nostro stile di vita.

Nessun commento:

Posta un commento