A cura di Stefano Zampieri
responsabile di Zona Filosofica

lunedì 19 marzo 2012

La kriptonite nella borsa

Il film di Ivan Cotroneo con Luca Zingaretti e Valeria Golino vorrebbe riprodurre il clima degli anni '70 e riesce solo a ricavarne una macchietta ridicola, con costumi che sembrano disegnati da uno stilista ubriaco, scene hippies da repertorio del luogo comune (amore libero, nudità, lsd,ecc.), lo sguardo di un bambino un po' "diverso" che non elabora mai la propria diversità, qualche puntatina surreale, poi alla fine, stringi stringi, la storia è quella di una tradimento e nient'altro, e il povero Zingaretti con quei suoi maglioncini improbabili ha l'aria di chiedersi ad ogni scena "ma dove mi trovo"?

Nessun commento:

Posta un commento